Caffè e camomilla come istanze per (r)esistere in questo Master

Tutte le attività nel nostro campus virtuale sono asincrone. Anche la pausa caffè.

La sala ristoro è uno spazio intimo: non si sta in coda per rifocillarsi, non ci sono voci che si accavallano e riverberano da un post all’altro.

Quando vi incontri qualcuno, ti offre volentieri qualcosa. Magari non ti chiede le tue preferenze, ma non c’è da preoccuparsi, perché in questo spazio non si consumano quegli snack confezionati, tutti con lo stesso anonimo odore. Qui ci si scambiano panieri con sorrisi, ringraziamenti, rassicurazioni, complimenti avvolti dentro a tovaglioli a scacchi rossi o blu.

Mentre si sorseggiano le bevande, soprattutto la sera tardi, si condividono anche le ansie, la frustrazione, la fatica. “Ma come fanno le mamme?”, si domanda Alice pensando a tutte le compagne che, oltre al lavoro e alla necessità di seguire il ritmo serrato dei forum, hanno anche dei bambini piccoli.

Per par condicio, vengono chiamati in causa anche i papà. Segue uno sfogo corale, celato sotto la forma di consigli di sopravvivenza: si condividono ricette per cocktail ben dosati di organizzazione e incastri, sensi di colpa e desiderio di dare buoni esempi.

Caffè e camomilla vengono immediatamente riconosciuti da chi partecipa alla discussione come istanze che sono una risorsa per questo Master. L’elemento calmante e quello eccitante sono, a questo punto del percorso, a metà del primo modulo, gli strumenti per riorganizzare le vostre vite, dentro e fuori dal Master.

Tanti studenti mi hanno detto che, quando si sono iscritti, non avrebbero mai pensato di dover mettere in discussione e destrutturare, oltre che le proprie convinzioni, anche la propria organizzazione del quotidiano.

Se dovessi oggi pensare ad una metafora per raccontare il Master, sceglierei questa versione live di “Life during Wartime” dei Talking Heads, perché la classe sta lavorando sotto uno sforzo sovrumano, a ritmo incalzante, con energia poderosa e coinvolgimento, senza dimenticare di sorridere, come un vero gruppo.

E per me, per quello che rappresento in questo Master, vedere il gruppo affiatato è la soddisfazione più grande.

Mariasilvia Accardo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...